EnglishItalian

Tecniche di allevamento ovino: conosciamo i migliori sistemi

Uno dei più diffusi al mondo insieme a quello bovino, l’allevamento ovino (o di pecore), da sempre basato sulla transumanza, cioè la migrazione del bestiame dai pascoli di pianura ai pascoli di montagna, oggi conta diverse tipologie.

In questo articolo ti mostreremo le differenti tipologie di allevamento ovino e quali, tra queste, rappresentano i migliori sistemi sia per il bestiame che per la produzione.

Sistemi di allevamento ovino: le tipologie più diffuse

L’allevamento ovino in Italia si diversifica sulla base di due fattori principali: le condizioni ambientali e la diffusione della specie sul territorio.

Di seguito, un breve elenco di tutti i principali sistemi di allevamento utilizzati nel nostro Paese.

Sistema a grande transumanza

È la forma di allevamento più diffusa nell’Italia meridionale e insulare, con greggi che arrivano a contare anche 3000 capi. Con questo sistema le pecore vivono in montagna durante il periodo estivo e in pianura durante tutto il resto dell’anno (da ottobre a maggio).

Sistema semi-stallino

Questo tipo di allevamento prevede che il pascolo venga praticato solo per un periodo dell’anno di circa 7-8 mesi, mentre per i mesi rimanenti il gregge vive all’interno di ricoveri, dove si nutre di fieno e mangime apposito.

Viene detto anche a breve transumanza e prevale nelle zone alpine, dove gli ovini pascolano in montagna durante il periodo estivo, mentre nella stagione invernale vengono utilizzati i foraggi dei pascoli di pianura e di collina.

Sistema stallino

Si tratta del sistema attualmente più utilizzato e prevede che gli animali vivano all’interno di ricoveri, dove mangiano fieno e mangimi concentrati in base alle loro necessità.

I ricoveri prendono il nome di ovili e sono suddivisi in reparti da tramezzi: ognuno di questi reparti è fornito di mangiatoie e abbeveratoi e si distingue dagli altri perché contiene una specifica categoria di animale (arieti, pecore in allattamento, pecore gravide, ecc.).

Ogni ovile deve essere asciutto, riparato e godere della giusta ventilazione: questo perché deve sì esserci un ricambio di aria, ma evitando le correnti, poiché le pecore più che soffrire il freddo temono vento e umidità.

Ciò spiega la differenza tra i ricoveri che si trovano al nord, tutti completamente chiusi, e quelli più verso il sud (o nelle regioni più a bassa quota), dove in genere gli ovili sono chiusi su tre lati con il restante aperto, verso il cortile recintato.

Tra tutti i prodotti che si ricavano dall’allevamento di ovini, di certo il pecorino è quello che più di tutti rappresenta un vero orgoglio tutto italiano.

E in Calabria, la famiglia Dedoni è più che un’eccellenza e garanzia di qualità!

Nello splendido e incontaminato territorio di Squillace, alle porte di Catanzaro, offriamo una vasta gamma di prodotti caseari, 100% artigianali e realizzati con solo latte calabrese.

Siamo profondi conoscitori delle tecniche di allevamento ovino, ma oltre ai pecorini, da noi puoi trovare formaggi vaccini, caprini, misti e senza lattosio, frutto di una grande passione e di una qualità immutata nel tempo.

Vieni a trovarci nei nostri punti vendita a Catanzaro, Catanzaro Lido e Soverato. Il nostro caseificio invece si trova a Squillace, Contrada Pratora.

Per scoprire tutti gli indirizzi e i numeri di telefono clicca qui, oppure compila il modulo online per richiedere maggiori informazioni!

Se invece vuoi richiedere un ordine via email, scrivi a: vendite@dedoni.it!

Artigiani del Gusto

con la tradizione nel cuore

Prova i nostri prodotti, riscopri gli antichi sapori della tradizione

Contattaci Ora